SBAGLIARE È UMANO, MA ERRARE E’ PIU’ DIVERTENTE L’AIMC e il ricordo di Don Milani

LINK ALLA REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO

Come ogni anno le attività dell’Aimc hanno preso avvio da un momento corale gratuito, per dare la possibilità di ritrovarsi a chi già conosce questa associazione e per i neofiti di sperimentare un diverso modo di operare.

Il percorso ideato per quest’anno  vuole far riflettere sull’errore, non inteso come qualcosa da evitare a tutti i costi alla ricerca di una fantomatica e irraggiungibile perfezione, ma come una risorsa preziosa a disposizione della didattica, da cui ripartire per riprogettare il proprio sapere, svelando a poco a poco i percorsi mentali che l’hanno prodotto, per arrivare infine a prendere consapevolezza che occorre un cambiamento di rotta nel modo di fare scuola, che abbia come valore l’attenzione e la cura per ogni essere umano, per la sua creatività, le sue potenzialità e per il suo “modo” di imparare.

Il titolo dell’intero percorso formativo  è “SBAGLIANDO SI IMPARA”, e sembrerebbe strano che invece il seminario che ha avuto luogo sabato scorso fosse intitolato “Sbagliando non si impara”.

Parrebbe una contraddizione, invece Michele Dotti, educ-attore e formatore del  Cres (Centro Ricerca Educazione allo Sviluppo), ha dato vita ad una coinvolgente conferenza -spettacolo che ha fatto riflettere sul modo di fare scuola e sui bisogni autentici dei nostri ragazzi, attraverso video, animazioni, giochi e racconti di esperienze.

Michele Dotti

Ha iniziato la sua perfomance citando George Bernard Shaw quando affermava che non è vero che noi smettiamo di giocare perché invecchiamo, ma invecchiamo perché smettiamo di giocare.

Facendo un’analisi di quanto accade  nella scuola oggi ha espresso il rischio di dare agli alunni il superfluo, togliendo loro l’essenziale.

E che dire degli errori? Se fosse vero che sbagliando s’impara, noi dovremmo essere tutti perfetti, come individui e come società.

Invece continuiamo paradossalmente a ripetere sempre gli stessi sbagli.

 

In realtà noi impariamo dai nostri successi. Un proverbio giapponese Zen recita così:il successo nella vita è cadere 9 volte e rialzarsi 10.

 

Quindi non dobbiamo avere paura di sbagliare, ma nella consapevolezza che poi sono i successi

che ci portano ad un apprendimento rinforzato,

 

Le scienze ci insegnano che la memoria di apprendimento per un successo è 7 volte più duratura nel nostro cervello rispetto alla memoria di un insuccesso. E notizia ancor migliore è che noi non impariamo solo dai nostri successi,ma anche dai successi altrui.

I ragazzi pare non ci ascoltino, ma sicuramente ci osservano e noi educatori siamo per loro uno specchio, che deve essere autentico. Aiutiamo ciascuno a scoprire i propri talenti, i valori sono già insiti nell’animo umano, dobbiamo solo riuscire a tirarli fuori.

Stupore e meraviglia sono nostri potenti alleati, non dobbiamo mai dimenticarcene.

E Michele Dotti è riuscito a stupirci e meravigliarci: attraverso una modalità attiva e divertente ci ha fatto  riflettere e pensare emozionandoci, facendoci comprendere che questa è l’autentica modalità per costruire un apprendimento duraturo e profondo.

 

Sono echeggiati a lungo gli applausi della platea partecipe che ha riempito la splendida sala messa a disposizione dal Foyer delle Famiglie di via Milliavacca 5.

Il percorso, realizzato anche in collaborazione con l’UCIIM, vedrà un altro momento formativo gratuito, che avrà luogo nella stessa sede oggi, venerdì 13 ottobre alle ore 17,00, con l’intervento del fondatore dell’ACLE  Arrigo Speziali dal titolo: “La rivoluzione introdotta da Don Milani”.

 

Collegati a questi primi momenti sono già stati realizzati e si realizzeranno una serie di laboratori che potranno far sperimentare agli insegnanti come mettere in pratica le possibilità didattiche che una scuola aperta ed inclusiva offre.

Due laboratori sono già stati attivati: CONTANDO SI IMPARA – esperienze di etnomatematica e SCRIVENDO SI IMPARA – laboratorio di ricerca e sperimentazione sulla letto-scrittura secondo l’idea di Ferreiro –Teberosky.

E’ ancora possibile iscriversi al percorso ESPLORANDO SI IMPARA – laboratorio per imparare ad usare Google GPS LOGGERS e l’uso didattico delle mappe Google, in collaborazione con l’Associazione CAMMINARE LENTAMENTE.

A partire da gennaio sarà possibile iscriversi ad altri due laboratori: FACENDO SI IMPARA – i mandala, un sentiero di armonia e CANTANDO SI IMPARA – laboratorio di canto per sperimentare la meraviglia della strumento voce, con consigli e proposte per non rovinare le corde vocali, ma educando la voce, seguendo le tappe evolutive dei bambini, con insegnanti esperte di coro infantile.

Per approfondimenti si consiglia di consultare il sito http://www.aimcasti.it

 

A.C.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: